CROCENERA ANARCHICA

È il cinquantesimo anniversario della strage di Piazza Fontana, è il cinquantesimo anniversario dell’assassinio di Pino Pinelli, ma è anche il cinquantesimo anniversario della “Croce Nera Anarchica”: gruppo spontaneo di solidarietà e bollettino, strettamente legata agli altri due eventi di cui ricorre il cinquantesimo anniversario.

Proprio Pino Pinelli, nel giugno 1969, ricollegandosi a una tradizione anarchica internazionale, diede vita alla Croce Nera Anarchica insieme a Enrico Maltini e altri più giovani compagni.

Riproporre oggi questo raro materiale, ormai d’archivio, oltre a mettere in circolo dati e documenti di notevole utilità storica, evidenzia ancor più lo spessore politico ed etico di Pino Pinelli ed Enrico Maltini.

La rilettura oggi, 50 anni dopo, dei 7 numeri del bollettino oltre a farci rivivere quasi in contemporanea i tragici eventi di quell’anno, ci insegna che col tempo possono essere cambiati i metodi (sempre più sofisticati e “tecnologici”), ma la repressione statuale perdura

Socialismo e Anarchia

La base sociologica dell’anarchia

Noi non pretendiamo, a imitazione dei repubblicani ita­liani o dei socialisti tedeschi, che ci sia una scuola sociolo­gica speciale nostrana o straniera: epperò la caratteristica della sociologia anarchica è di essere universale e veramente internazionale. Giacché noi non domandiamo alla fame ed alla miseria il certificato della sua patria, per sentirci aveam­ pare disdegno contro una società che viola così sfacciata­mente i santi diritti dell’uomo all’esistenza ed alla libertà.

Gori P. - Socialismo e anarchia

Le basi morali dell’anarchia

Due istinti fondamentali sono nell’uomo: l’istinto di conservazione – l’istinto di procreazione.

Il primo ha la sua sede nei bisogni fisiologici, che mi­ rano alla preservazione dell’individuo: alimentazione, respirazione, moto, ecc. – il secondo nei bisogni sessua­ li, che tendono, a traverso gli stimoli dell’incosciente, alla conservazione della specie.

Pietro Gori - Le basi morali dell'anarchia